Olio extravergine italiano: come riconoscere un olio di qualità?

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA: UN’ECCELLENZA TUTTA ITALIANA

L’olio di qualità è senz’altro uno fra i prodotti che più contraddistinguono l’Italia nel resto del mondo.
Che il Made in Italy sia molto apprezzato anche all’estero non è ormai una novità (pizza e pasta sono divenuti negli anni l’emblema della cucina italiana): molti all’estero provano ad imitare la nostra cucina  ma pochi riescono con successo in questa impresa.
Ma la dieta mediterranea, in particolare quella italiana, non si ferma esclusivamente a quelle che vengono definite le tre “P” (pane, pasta e pizza) famose in tutto il mondo: è infatti molto più vasta e gli ingredienti che la rendono una delle cucine più apprezzate al mondo sono molti, come il vino o l‘olio d’oliva.

L’Italia, dopo la Spagna, è il secondo produttore in Europa e nel mondo di olio di oliva, con una produzione nazionale media di oltre 464 000 tonnellate (due terzi dei quali extra vergine); la produzione si concentra principalmente nelle zone centrali e a sud del Paese, dove la vendita di olio di alta qualità sta diventando un business sempre più redditizio. In un mercato così ampio diventa importante riconoscere un prodotto di qualità per essere certi di effettuare un acquisto consapevole.

Come riconoscere un olio extravergine di qualità?

Molti sono i produttori italiani che realizzano olio extravergine di alta qualità, ma altrettanti sono coloro che producono olio mediocre spacciandolo per un prodotto di qualità, avviando dei business che crescono e trovano mercati redditizi grazie alla notorietà di cui gode il Made in Italy, a prescindere dalla qualità dei prodotti offerti.

Ma allora come riconoscere un olio extravergine di qualità? quali sono le caratteristiche necessarie per contraddistinguerlo da un olio mediocre o di basso livello?

Ecco una lista di elementi che possiamo tenere d’occhio:

  • L’etichetta rappresenta senza dubbio un elemento essenziale per riconoscere un olio di qualità: più informazioni sono riportate in etichetta, meglio è. L’indicazione di provenienza delle olive (per esempio “100% italiano“), la tipologia delle stesse, il luogo di spremitura e di imbottigliamento, sono tutte informazioni che possono indirizzarci verso un olio maggiormente di qualità che non ha nulla da nascondere.

  • Un olio che riporta la dicitura “spremitura a freddo” può essere di migliore qualità. La scritta può essere riportata sulla bottiglia quando la temperatura di frangitura delle olive non supera i 27°, condizione che permette di mantenere intatte ed esaltare le caratteristiche organolettiche dell’olio e i suoi aromi.
  • L’aroma è senz’altro uno dei parametri più importanti per giudicare un olio. L’extra vergine di qualità deve presentare profumo vegetale di oliva fresca.
  • Il prezzo. L’olio extravergine d’oliva venduto a pochi euro al litro al supermercato potrebbe non essere vero extravergine. Se siete in dubbio e se la qualità dell’olio che acquistate di solito al supermercato non vi soddisfa, provate a rivolgervi direttamente ai produttori, visitate le aziende olivicole e chiedete di poter assaggiare i prodotti.

Oli extravergine monovarietali: diffondere la conoscenza

In merito all’olio d’oliva italiano risulta inevitabile fare riferimento all’olio extravergine monovarietale o monocultivar.

Per capire di cosa si tratta, leggi l’articolo: Oli monovarietali o monocultivar: cosa significa e perché sono così importanti

Allo scopo di valorizzare l’olio monovarietale e rafforzare quella che è la knowledge del Made in Italy, è nata la rassegna nazionale degli oli monovarietali che quest’anno giunge alla sua tredicesima edizione.

Nei vari anni, sono stati analizzati e caratterizzati sensorialmente oltre 3000 campioni commerciali di oli monovarietali, provenienti da 18 regioni italiane e appartenenti a oltre 170 differenti varietà. L’analisi dei profili sensoriali di questi oli nel corso degli anni ha permesso di definire in maniera accurata l’ampia ricchezza di profumi e sapori che caratterizza il vasto patrimonio genetico olivicolo italiano.

La classificazione degli oli monovarietali in tipologie distinguibili anche dai consumatori meno esperti offre quindi uno strumento utile per far conoscere e comprendere le caratteristiche sensoriali e le potenzialità di questa meravigliosa e affascinante tipologia di prodotto.

I&P produce oli gourmet di alta qualità: visita la nostra boutique online di oli monovarietali

vai alla boutique

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *