L’extravergine e la sua forza creativa in cucina

 

Dal Salotto di Casa I&P

Anche Voi alla ricerca del Santo Graal dei nostri tempi: la creatività?

Tutti, spesso, la cerchiamo, ma non sempre la troviamo.

La cerchiamo anche in cucina, per fare bella figura con gli amici o con il partner.

La cercano i grandi chef che, spesso, quando la trovano, permette loro di prendere le famose stelle o quantomeno una brillante notorietà con relativa attrattività di clienti.

E non è solo questione di notorietà, ma anche, più profondamente, di dare al commensale quella soddisfazione emozionale, a volte spirituale e forse addirittura filosofica che è in fondo l’obiettivo di fondo di ogni grande chef.

Bene: esiste un catalizzatore, uno strumento di innesco della creatività in cucina che è l’olio extravergine di oliva (EVO) nelle sue massime espressioni e che pochi hanno finora capito.

Infatti, i grandi EVO, soprattutto i monovarietali, con le loro infinite variazioni hanno la capacità, in cottura e in finitura, di conferire ai piatti elementi invisibili di raffinatezza e di appeal che li distinguono significativamente.

Per questo i grandi chef, conoscendo l’effetto che possono dare, li usano per ispirarsi, per farsi venire in mente varianti, per distinguere il proprio piatto, la propria creazione da altri simili.

Di questo parleremo nelle prossime settimane, a casa I&P, con alcuni grandi chef che hanno capito la potenza creativa dell’extravergine di altissima qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *